Un libro per conoscere la storia della Chiesa

indagine

Non sono molti i libri che affrontano la storia della Chiesa dei primi secoli, analizzando come essa abbia mutato il modo di percepire la vita, il mondo, le persone, rispetto al mondo antico.

Indagine sul cristianesimo, 3 edizioni (2 per Piemme-Mondadori e 1 per La fontana di Siloe), è una di queste: linguaggio semplice e ricca documentazione per un percorso che aiuta a capire la “rivoluzione” cristiana, anche in relazione alle culture che ancora oggi Continue reading “Un libro per conoscere la storia della Chiesa”

Benedetto XV: quando il Vaticano andò in bancarotta

benedetto

Primo dicembre 2006, papa Benedetto XVI, nel suo viaggio apostolico in Turchia, rende omaggio ad una bella statua, dedicata al suo predecessore, Benedetto XV. In tempi in cui si rievocano l’entrata dell’Italia nella prima guerra mondiale, e il genocidio armeno, entrambi avvenuti esattamente 100 anni orsono, ricordare chi fu Benedetto XV può essere molto utile. Anche per saldare il passato, con il presente, e cioè con le infinite polemiche, non del tutto infondate, ma certo strumentali e per nulla disinteressate, di questi giorni sui “soldi del Vaticano”.

Chi è Benedetto XV? Pochi forse lo ricordano, perchè è difficile immaginare un papa più sconfitto di lui. Continue reading “Benedetto XV: quando il Vaticano andò in bancarotta”

Il miracolo eucaristico di Lanciano

calice

Non vi è miracolo più grande, per un fedele, della transustanziazione, cioè dell’ostia di grano che diventa Carne e Sangue di Cristo. Si tratta di una verità di fede su cui nei secoli, molti, anche sacerdoti, hanno dubitato1.

E proprio dinnanzi ad uno di questi dubbi si è materializzato uno dei tanti Miracoli Eucaristici, quello di Lanciano (750 dopo Cristo). Un’iscrizione marmorea del XVII secolo descrive questo Miracolo Eucaristico avvenuto presso la chiesa di San Francesco: “Un monaco sacerdote dubitò se nell’Ostia consacrata ci fosse veramente il Corpo di Nostro Signore. Celebrò Messa e, dette le parole della consacrazione, vide divenire Carne l’Ostia e Sangue il Vino. Fu mostrata ogni cosa agli astanti. La Carne è ancora intera e il Sangue diviso in cinque parti disuguali che tanto pesano tutte unite quanto ciascuna separata”.

Nel 1970, l’Arcivescovo di Lanciano e il ministro provinciale dei Conventuali di Abruzzo, con l’autorizzazione di Roma, richiesero al Dottor Edoardo Linoli, dirigente dell’ospedale d’Arezzo e professore di anatomia, istologia, chimica e microscopia clinica, un approfondito esame scientifico sulle reliquie del prodigio avvenuto dodici secoli prima. Questo studio, svolto tra il 18 novembre 1970 e il 4 marzo 1971, secondo le parole del Linoli, aveva i seguenti scopi: “Accertare la struttura istologica del tessuto di durezza lignea, tramandato come carne; definire se la sostanza indurita lapideo-cretacea tramandata come sangue risponda alle caratteristiche di questo; stabilire a quale specie biologica la carne ed il sangue appartengano; precisare nei due tessuti il gruppo sanguigno; indagare sui componenti proteici e minerali del sangue”.

Continue reading “Il miracolo eucaristico di Lanciano”

I Nobel per la Fisica parlano di Dio

cattura 

Tantissimi sono i premi Nobel che hanno espresso pubblicamente la loro fede in un Dio trascendente, cattolici e protestanti. Ne segnalo solo qualcuno.


* Robert Millikan, vinse il Premio Nobel per la Fisica nel 1923. Fu membro della Pontificia Accademia delle scienze dal 28 ottobre 1936. La biografia ufficiale dei Nobel scrive di lui: “Egli non fu solo un grande scienziato, ma la sua natura filosofica e religiosa fu evidente dalle sue letture sulla conciliazione tra scienza e religione, e dai suoi libri: Science and Life (1924); Evolution in Science and Religion (1927); Science and the New Civilization (1930); Time, Matter, and Values (1932)”. (http://www.nobelprize.org/nobel_prizes/physics/laureates/1923/millikan-bio.html).

Continue reading “I Nobel per la Fisica parlano di Dio”

Pagani e cristiani: “guarda come si amano l’un l’altro”

 

 

pagani

Robin Lane Fox insegna Storia antica al New College di Oxford.

E’ autore di un poderoso volume, Pagani e cristiani (Laterza), in cui spiega, tra le altre cose, la forza attrattiva che l’amore fraterno tra i cristiani esercitò sui pagani, per spingerli alla conversione. Continue reading “Pagani e cristiani: “guarda come si amano l’un l’altro””

Le crociate: uno sguardo storico, non ideologico

Cattura

Riguardo alle crociate, per comprenderle, senza ricorrere all’ideologia e al qualunquismo, occorre soprattutto analizzare ciò che le precede, gli antefatti, senza i quali, appunto, è impossibile capire.

Dopo la nascita dell’Islam terre abitate dai cristiani, come le coste dell’Africa, la Spagna, la Sicilia, e numerose città appartenute all’Impero romano d’Oriente, vengono attaccate, saccheggiate, devastate dai musulmani, che ovunque uccidono, imprigionano e fanno schiavi.

Basta osservare un qualsiasi atlante storico, per rendersi conto della velocità fulminea con cui gli eredi di Maometto si impongono militarmente,  là dove prima vivevano popolazioni cristiane o animiste.

Continue reading “Le crociate: uno sguardo storico, non ideologico”

Paul Veyne: l’originalità del cristianesimo

cristiana

Paul Veyne, archeologo e storico francese, marxista, considerato tra i massimi esperti di Roma antica, è autore di Quando l’Europa è diventata cristiana (Garzanti, 2008).

Si è chiesto, da storico del mondo antico, cosa abbia reso il cristianesimo così capace di diffondersi, nonostante le persecuzioni. Ed ha concluso che la cifra del cristianesimo è stata “l’originalità geniale“.

Continue reading “Paul Veyne: l’originalità del cristianesimo”

Il contributo dei missionari cristiani ai diritti umani in India

Mother_Teresa2

Studiare la storia delle religioni potrebbe essere molto utile a quei cristiani che vogliono riscoprire le proprie radici. Da dove derivi, ad esempio, l’idea di dignità della persona. “Non c’è più né giudeo né greco, né maschio né femmina, né schiavo né libero”: con queste parole san Paolo afferma una novità straordinaria per la cultura ebraica, romana e greca del suo tempo, e cioè l’uguaglianza in dignità, davanti a Dio, di ogni creatura umana. Uguaglianza che nessuna filosofia o religione non cristiana contemplava.

Per capire dunque quanto sia nuovo il messaggio evangelico, possiamo fare qualche esempio.

Tutti conoscono la condizione della donna nelle società animiste, dove vige spesso la poligamia; altrettanto conosciuta è la condizione della donna islamica, ancora oggi fortemente discriminata in base alla saggezza popolare, che porta ad esempio a regole proverbiali in cui è chiara l’equiparazione tra la donna e una creatura inferiore: “Se passa un asino, una donna o un cane nero, la preghiera deve essere ripetuta”[1]

Meno conosciuta è invece la visione propria dell’induismo. Anzitutto questa religione non prevede l’uguale dignità di ogni creatura. Infatti in India gli uomini sono divisi a seconda della casta cui, senza libera scelta, appartengono.

Ancora oggi circa 150 milioni di indiani sono fuoricasta, intoccabili, o dalit. Costoro sono condannati ad “attività contaminanti”, a lavori infimi (cremare cadaveri, pulire le fogne…), ad una condizione di assurda inferiorità, e non possono in alcun modo mutare la loro condizione. Benché oggi, grazie all’influsso europeo e cristiano, qualcosa stia cambiando, i fuoricasta rimangono, almeno in parte, come quando nessuno poteva avvicinarli, toccarli, o solo vederli, senza rimanere contaminato; come quando erano costretti a girare con un campanello attaccato alla caviglia, o a urlare la loro presenza, perché gli appartenenti a caste superiori potessero allontanarsi in tempo, pena la bastonatura, o persino la morte[2].

Continue reading “Il contributo dei missionari cristiani ai diritti umani in India”